Volkswagen Seat: perchè si parla di sostenibilità ambientale

Il contrasto al cambiamento climatico è la sfida attuale di tutto il mondo avanzato. Multinazionali leader dei propri settori di riferimento sono perciò prima di tutto eticamente chiamate a mettere in atto azioni concrete in questo senso. Il gruppo Volkswagen ha intrapreso questo percorso in maniera decisa, divenendo in pochi anni leader nel campo della mobilità elettrica.

Tutti i brand che convivono sotto l’ombrello della casa di Wolfsburg hanno sposato questa missione comune, soprattutto nell’ottica di tutelare i diritti umani nei paesi in via di sviluppo. La riduzione dell’impatto ambientale viene perseguita seguendo diversi ambiti che vanno da una rigida regolamentazione delle catene di fornitura, al recupero dei materiali e il riciclo.

In particolare, dal 2010 Seat ha sposato un progetto di diminuzione della CO2, del consumo di acqua e di energia. Denominato “Move to Zero”, mira a far diventare l’azienda carbon neutral entro il 2050. Nella dichiarazione sulla politica aziendale si legge che a livello dirigenziale le tematiche di ecosostenibilità verranno prese in considerazione allo stesso modo di quelle economiche. L’obiettivo è diventare un moderno modello di trasparente gestione dell’impatto ambientale, proponendo soluzioni per una mobilità sostenibile. Questo comporterà corposi investimenti nell’elettrico, per altro già in corso, come dimostrato con il modello Born, del marchio Cupra. Entro il 2025 si vuole mettere a disposizione del mercato una gamma di veicoli che per il 20-25% sia elettrica, per arrivare fino almeno al 40% per il 2030. Ciò permetterà di tagliare drasticamente la quota di gas nocivi emessi nell’aria.

Prospettive ambiziose, in linea con quelle dell’intero gruppo Volkswagen, che intende contribuire al raggiungimento degli obiettivi fissati nell’ambito degli Accordi di Parigi. Nel 2019 solo la casa spagnola ha investito 27 milioni di euro in iniziative ambientali. Un impegno sostanzioso che ha già dato grossi risultati, in termini di riduzione dei rifiuti prodotti, delle risorse sprecate e dell’energia dispersa nel ciclo produttivo. Tale efficientamento ha permesso anche un sensibile abbattimento dei costi di approvvigionamento. Fermo restando che le materie prime devono comunque provenire da fornitori che rispettino gli stessi standard di sostenibilità.

Secondo questa policy infatti, i contratti di fornitura prevedono che le aziende coinvolte siano vincolate alla cura dell’interesse sociale e tutela ambientale del luogo in cui operano.

Per saperne di più, rivolgiti alla Audi Zentrum, Strada Statale Due Mari, 3/5, 88040 Località Rizzuto Pianopoli CZ, telefono +39 0968 457810, mail info@audizentrumlamezia.com.

CONTATTI

INDIRIZZO

Strada Statale Due Mari, 3/5,
88040 Località Rizzuto Pianopoli CZ

TELEFONO

+39 0968 457810

E-MAIL

info@audizentrumlamezia.com

Altri articoli dal blog

Richiedi un preventivo